Concerto Mistico di David Bellugi – AD

Titolo Concerto Mistico
Compositori Gaetano Giani Luportini, Roberto Picchi, Kamran Khacheh
Autori David Bellugi
Organico Flauto dolce
Tracce

Gaetano Giani Luporini
1. Cantico delle creature 
2. Il Papa
3. Il ballo di Francesco
4. Fratello Fuoco
5. Dell’Anima che soffre 
6. 
Notte Oscura 
7. Veggo esso Spirito
8. Colloquio dell’anima
9. Per Amore del mio Amore
10. L’amore morto
11. 
Monte Carmelo
12. 
Vivo ma in me non vivo

 

Roberto Picchi
13. Kurdish Dance
Kamran Khacheh
14. Dashti 
15. 
Melaleita
Descrizione
Altro
Registrato
Masters Audio
Grafica
 Copyright  @ 2016 EMA Vinci records 40028

concerto mistico2005

Concerto Mistico di Gaetano Giani Luporini
1 Cantico delle creature 2:03
Il Papa 1:17
3 Il ballo di Francesco 1:07
Fratello Fuoco 1:48
Dell’Anima che soffre 2:12
Notte Oscura 3:14
Veggo esso Spirito 1:16
Colloquio dell’anima 2:23
Per Amore del mio Amore 2:29
10 L’amore morto 3:58
11 
Monte Carmelo 3:06
12 
Vivo ma in me non vivo 2:20

Roberto Picchi
13 
Kurdish Dance 4:16
David Bellugi, Emanuele Baldini, Thomas Cavuoto, Marco Ferri
Kamran Khacheh
14 Dashti 5:14
15 
Melaleita 4:13David Bellugi flauti dolce


 da “Un dialogo in musica con Gaetano Giani Luporini” da TYSM Philosophy and social criticism

(…) Lui veramente mi stimava come compositore – l’ha lasciato scritto, m’ha fatto anche delle dediche belle – ma lui non amava molto la musica contemporanea, o almeno un certo tipo di musica contemporanea. Amava molto Verdi, Bellini, Mozart, Bach, Malher; alla musica del Novecento invece si accostava con una certa circospezione. Però ammirava molto Stravinskij, Debussy etc. Del primo, ad esempio, lo colpivano il senso ritmico e la vitalità, elementi propulsori della sua recitazione. Ma tornando a prima, da quel momento in poi la nostra collaborazione fu fruttuosa e in armonia insomma e nacquero i seguenti lavori: Majakowskij fu il primo, poi mi chiamò per il Pinocchio, poi per E mi presero gli occhi su testi di Holderlin e Leopardi, poi venne l’ Adelchi di Manzoni, poi venne Il coro dei morti da Leopardi, Il concerto mistico – composi le musiche ma non si ebbe la possibilità di darlo, come spettacolo. E l’ultimo fu La figlia di Jorio di d’Annunzio. L’ultimo lavoro che, purtroppo è rimasto incompiuto, era sull’androide. Carmelo in fondo… a proposito dell’androide, vi posso leggere una lettera, che mi mandò. Purtroppo come ho detto questo ultimo lavoro è rimasto così, era su sue poesie, e lui mi scrisse questo:

«caro maestro ti accludo i versi del poema preceduti da una traccia esplicativa, entro una settimana al telefono chiariremo dettagliatamente il tutto, come ripromessoci».

Poi, in caratteri maiuscoli:

«NOI SI MUORE QUANDO SI ARRESTA IL SOFFIO, LA PAROLA. L’ARGOMENTO NASCE COME IDEA CIMITERIALE E ANZITUTTO VERIFICA COME L’IO, NELLA SOLITUDINE, SIA DAVVERO UNA RESSA RUMOROSA DA SPACCIARE. NELL’IMPOSSIBILITÀ DELLA COMUNICAZIONE SOGGETTO-OGGETTO, PERCIÒ ANCHE CON SE STESSI. DALLE CENERI DI QUESTA RELAZIONE È ORIGINATO L’ALONE DELLA VOCE-ASCOLTO, AFFRANCATA DALLA MEDIAZIONE LINGUSTICA COME DALLA SUPERSTIZIONE DEL SE-DICENTE. LA VOCE CERCA IL SUO ASCOLTO COME UNA COMPAGNA CHE NON COMPRENDE MA CHE REAGISCE A VERSI (STIMOLI) ARTICOLATI COME VARIANTI DI UNA MEDESIMA INSENSIBILE INCOSCIENZA. QUELLA APPUNTO DELL’ANDROIDE, INANIMATO, OLTREUMANO. AUTENTICO AUTOMATICO COME UNICA POSSIBILE DESTITUZIONE DELLA VOLGARITÀ DELL’UMANO E DEI SUOI VALORI.

UNA GERARCHIA DI ANDROIDI IN CUI LA PRESCELTA DAL LETTORE-ATTORE SARÀ SORDOMUTA, IDEALE COMPAGNA DI VEGLIA, PURO EVENTO INDESCRIVIBILE, COME CIÒ CHE ACCADE (LA VOCE-ASCOLTO) NON SOTTOINTENDE ALCUN CODICE COMUNE. LA SUA TENSIONE GARANTISCE L’INCOMPRENSIONE ASSOLUTA. LA STESSA CIFRA STILISTICA DEI VERSI SEGUE QUESTO PERCORSO. IL FLUSSO LIRICO PROGRESSIVAMENTE SI RIDUCE A SCHELETRO, TESTIMONIANDO IL PARADOSSO DELLA PAROLA DESTINATA A DIRE IL NULLA DELLA VOCE-ASCOLTO. IL GUASTO STESSO DELL’ANDROIDE NE CANCELLERÀ OGNI TRACCIA COMUNICATIVA, RESTITUENDOLA AL PROPRIO INORGANICO TEATRO».

Questo è ciò che si voleva fare. Di mio amava molto le musiche diPinocchio e dell’ Adelchi. Nonché quelle per La figlia di Jorio (…)

 

Concerto Mistico di Gaetano Giani Luporini – David Bellugi flauti dolce

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Posted by: admin on

Tag: