B_ Alessandro Magini_1.1

Alessandro Magini: Progetti in EMA Vinci records

PRESENTA
Anita Azzi
 
PARTECIPANO
Ivano Battiston
Alberto Bologni
Alain Goudard
Lucio Labella
Giovanni Lanzini
Maurizio Morganti
Giuseppe Scali
Arturo Tallini
Sanna Vaarni
 
INTERVENGONO
Quintetto Italiano di Fisarmoniche
Ivano Battiston, Riccardo Centazzo Massimo Signorini, Endrio Luti, Antonio Saulo
• Quartetto Italiano di Clarinetti
Giovanni Lanzini, Maurizio Morganti Giovanni Vai, Federico Micheloni

In diretta Streaming sui canali EMA Vinci official 


ISCRIVITI AI CANALI YOU TUBEFACEBOOK di EMA VINCI Official

Broken Shake

BROADCAST in diretta streaming della presentazione di Broken Shake del Duo Essentia

Venerdì 19 Marzo 2021 alle ore 18

PRESENTA
Silvia Paparelli

PARTECIPANO
DUO ESSENTIA
(Alice CORTEGIANI clarinetto e Samuele TELARI fisarmonica)

Sandro CAPPELLETTO critico
Simone CARDINI – compositore
Matteo D’AMICO compositore
Fabrizio DE ROSSI RE compositore
Marcello PANNI compositore
Giuseppe SCALI discografico
Domenico TURI compositore



COMUNICATO STAMPA

 DUO ESSENTIA / BROKEN SHAKE 

Debutto discografico per il giovane duo formato da Alice Cortegiani al clarinetto e Samuele Telari alla fisarmonica.Omaggio alla musica d’oggi, sperimentando nuove sonorità.

Una produzione EMA Vinci

È un duo particolare e giovane, che esplora vasti repertori, dalle trascrizioni classiche alla musica contemporanea e sperimentale, in una costante ricerca delle possibilità tecniche e timbriche dei propri strumenti e con quella vivace curiosità che anima i giovani talenti di oggi. Formato nel 2015 da Alice Cortegiani (clarinetto) e Samuele Telari (fisarmonica), il Duo Essentia esce dal repertorio tradizionale forgiato per i due singoli strumenti, e intraprende un percorso sonoro nuovo, per farsi strumento puro. Essenziale, appunto. Vi contribuisce la scrittura di alcuni compositori dei nostri giorni, stimolati dal confronto con un organico inedito quanto efficace, ricco, multiforme. Sono cinque musicisti italiani – quattro su cinque romani – di tre diverse generazioni, un musicista finlandese e uno giapponese, nati nell’arco ampio di quasi un cinquantennio. Loro è la musica che troviamo nel CD di esordio del Duo Essentia, Broken Shake, in uscita a marzo 2021 per la EMA Vinci (L&C 70188).

“Il CD è una raccolta di esperienze accumulate durante il nostro percorso artistico – raccontano i due interpreti –. Roma è la città che ci ha accolto fin dagli inizi, dove abbiamo perfezionato i nostri studi e tenuto i nostri primi importanti concerti. Il confronto con i compositori romani è stato per noi un punto di riferimento e di crescita, questo nostro primo CD è anche un omaggio a loro”.

A Marcello Panni l’onore del brano d’apertura. Nocturne 3, scritto per il Duo Essentia in questa sua terza versione per clarinetto basso e fisarmonica (2017), trasporta i due strumenti in un contesto sonoro che sa di mediterraneo e di arcaico, con l’elemento inziale che deriva da una lamentazione greco-calabra già utilizzata dall’autore nelle musiche di scena per un’Alcesti euripidea a Siracusa. Affidata in quel caso al fagotto, poi passata al clarinetto basso e, infine, al nostro duo, qui la melopea diventa occasione per una sorta di gioco speculare, in cui i due strumenti si riflettono l’uno nell’altro, in una sostanziale omoritmia incantatoria, rotta solo da alcune “increspature” ritmiche (staccati, ribattuti), prima del riapparire “esile, quasi da lontano” del doloroso incipit.

I Tre aforismi (2008) di Domenico Turi, in assoluto una delle sue prime composizioni, segnano il primo incontro tra il compositore e gli interpreti. Il trittico per clarinetto in si bemolle e bayan, “tre piccoli pensieri sospesi nel tempo” come li definisce l’autore stesso, è una riflessione pura sul suono: due pagine meditative giocano su materiali minimi e incorniciano l’aforisma centrale tutto percorso dalle “folate” delle rapide oscillazioni di semitono.

Al 1992 risale Plus 1 di Jukka Tiensuu, compositore finlandese fra i più rappresentativi della nuova musica nei paesi scandinavi. Il brano, di cui sono possibili quattro varianti “per ogni duo o per il trio tra clarinetto in Sib, fisarmonica e violoncello” è diviso in due sezioni. La prima si basa su un inseguimento in eco tra i due strumenti, chiamati a farsi uno leader e uno ‘follower’ sullo stesso materiale, lasciando in alcuni interventi agli stessi interpreti la scelta di quale ruolo rivestire. L’imitazione diventa allora estemporanea e ludica, dipendendo il risultato dall’intraprendenza e dalla fantasia degli esecutori. La seconda sezione è un’ampia e virtuosistica “invenzione” (in questo caso a due voci).

Nascono per il Duo Essentia le versioni per clarinetto e fisarmonica dei due brani di Matteo D’Amico e Fabrizio De Rossi Re. Il primo, originariamente per clarinetto e organo, è un Impromptu (2017) che il compositore articola su un doppio piano: quello del rapporto tra i due strumenti, che “all’inizio si studiano, si annusano, si piacciono e, poco a poco, trovano facilmente un terreno comune” come scrive l’autore, e quello della forma, liberissima, che da questo rapporto nasce, come serie di pannelli di ricchissima invenzione. Vi trova spazio anche uno stralunato valzerino, piccolo ‘hommage’ ai “trascorsi” comuni dei due strumenti, in una rilettura “à la Satie”.

Il secondo, Busoni Gespenst (Il fantasma di Busoni, 2015), nasce invece per clarinetto e pianoforte, muovendo dalla Sonata in re maggiore BV 138 che Busoni compose nel 1880 per lo stesso organico. I materiali originali vengono utilizzati in modo letterale o sottoposti a procedimenti di elaborazione che ne rendono i contorni a volte non più chiaramente percepibili. La dimensione lirica è così a tratti trasfigurata e sospesa: si intromettono altri registri attraverso un vocabolario insieme ludico e affettuoso.

Dai Fujikura è nome di primo piano del panorama internazionale, in cui è presente già dagli inizi degli anni Duemila con la “benedizione” di Pierre Boulez. Giapponese ma di formazione e residenza londinese, Fujikura è stato insignito del Leone d’argento alla Biennale di Venezia del 2017; nella motivazione del premio la sua musica viene definita “mobile, inventiva e sorprendente. Spiazza l’ascoltatore per l’imprevedibilità che il discorso musicale presenta a ogni istante, pur fondandosi su una logica formale di estrema chiarezza e originalità”. Lettura che ben si adatta anche a Broken Shackle (Catena spezzata, 2001), per clarinetto basso e fisarmonica, un’ampia pagina di virtuosismo timbrico. “Ero uno studente quando ho scritto questo brano e non avrei mai pensato si potesse registrare e suonare così”, queste le parole del compositore che ha lodato l’interpretazione del Duo Essentia.

In chiusura Exaptation (2016) che Simone Cardini dedica al Duo Essentia. Il brano si avvia con un carattere lirico, richiama nella sua parte più animata a volte sonorità klezmer, altre l’ironia di Shostakovich, alludendo in chiusura al ritmo di tango più appassionato, in una continua mutazione della cellula iniziale del brano.



Centenario dalla nascita di Astor Piazzolla_ evento in streaming dal Conservatorio Cherubini - gonews.it copia

ASTOR PIAZZOLLA una vita per la musica #gonews

#GONEWS

Evento sui canali social EMA Vinci dalle 21: musica e parole con il Quintetto Italiano Fisarmoniche, Daniel Hugo Piazzolla e l’autrice del libro María Susana Azzi

Il Conservatorio “Luigi Cherubini” di Firenze ospiterà questa sera alle ore 21 l’evento di parole e musica in cui, sulle note di alcuni grandi brani di Piazzolla, il Quintetto Italiano di Fisarmoniche accompagnerà le interviste che la giornalista Elisabetta Piqué rivolgerà a Daniel Hugo Piazzolla, figlio del maestro, a María Susana Azzi, autrice del libro Astor Piazzolla. Una vita per la musica, oltre che all’editore Sillabe e a Beppe Costa di Opera Laboratori.

Dalle parole di Daniel Hugo Piazzolla: “Sto vivendo il centenario con grande piacere, non mi stupisco perché sapevo che qualcosa del genere sarebbe accaduto, per commemorare e onorare nel mondo il centenario della nascita di Astor Piazzolla. A Buenos Aires sono presvisti 15 concerti al Teatro Colón con diverse formazioni. […] Ci sono celebrazioni in tutto il mondo, Giappone, Italia, Francia, Germania. […] Io non partecipo. Festeggerò i 100 anni di mio padre, mentre il resto del mondo festeggerà i 100 anni di Astor Piazzolla”.

Dalle parole di María Susana Azzi: “Ciao Astor. Non avrei mai immaginato di scrivere la tua biografia e che sarei stata così appassionata della tua vita e della tua musica. Non avrei mai immaginato di festeggiare il centenario della tua nascita in Italia, il paese con il più grande patrimonio artistico d’Europa: un paese che ha per te e per me un significato speciale. L’Italia è la patria dei tuoi quattro nonni, ed è la patria della mia famiglia paterna”.

Ed ancora: “Il 2021 sarà un grande anno, un anno indimenticabile. La tua musica è un mix intelligente di tango, jazz e classica contemporanea, la tua melodia è pucciniana. Oggi si sente in tutti i continenti, incluso l’Antartide. Celebriamo il tuo genio musicale e la tua grande eredità!”. Da parte sua Beppe Costa ha sottolineato l’importanza del progetto in cui Opera Laboratori ha creduto insieme all’editore Sillabe che, nelle parole di Giulia Perni “è orgoglioso di aver pubblicato la prima e unica edizione italiana di questo ormai celebre bestseller di Azzi”, edizione che, rispetto alle precedenti, si arricchisce di contributi e omaggi di nomi come Milva, Richard Galliano, Salvatore Accardo, Pino Presti e altri ancora. L’editore invita a sfogliare l’eccezionale galleria fotografica che completa il volume anche di foto inedite.

11 marzo 2021. Edizione in italiano per festeggiare il centenario del “rivoluzionario” Astor Piazzolla

Astor Piazzolla. Una vita per la musica: promotori di questa iniziativa editoriale (e anche musicale) sono stati Opera Laboratori e l’Editore Sillabe, con il patrocinio della Fundación Astor Piazzolla e della Fundación Internacional Carlos Gardel e con la collaborazione dell’Accademia Italiana di Bandoneon, dell’Associazione Accademia degli Avvalorati, della Bugari Armando-Zerosette Castelfidardo, del Comune di Villa Collemandina, dell’Associazione Amici della Musica “Astor Piazzolla” Trani, della Fondazione Teatro Goldoni.

IL LIBRO

Questo libro, l’unico in Italia patrocinato dalla Fundación Astor Piazzolla, racconta la vita di Piazzolla e raccoglie le informazioni ricavate da ben 260 interviste, a parenti, musicisti, amici, personaggi famosi dell’arte, dello spettacolo e della cultura, tra cui, Daniel Barenboim, Kronos Quartet, Al Di Meola, Tonino Guera, Milva, Lalo Schifrin, Georges Moustaki, Plácido Domingo, Carter Brey, Leandro “Gato” Barbieri, Gary Burton, Paquito D ́Rivera, Richard Galliano, Martial Solal, HermetoPascoal, Aurora Natola Ginastera.

Dalla musica popolare argentina al Tango Nuevo. In Astor Piazzolla. Una vita per la musica María Susana Azzi cattura la vita di questo straordinario musicista italo-argentino. Scopriamo
così l’uomo e il musicista, un genio rivoluzionario contro verso che trasformò il tango in musica da ascoltare, non da ballare, in cui si sentono chiaramente le influenze di jazz, klezmer e musica classica contemporanea. Azzi ci offre la biografia più completa su questo musicista sorprendentemente dotato.

L’EVENTO

La pubblicazione sarà presentata al pubblico italiano questa sera, il giorno del Centenario, con l’evento “1921-2021. Piazzolla, il rivoluzionario del tango” che andrà in onda in streaming alle ore 21 sui canali social di EMA Vinci (Facebook @emavinci.it e YouTube Ema Vinci Official), Sillabe (Facebook @SillabeCasaEditrice), Conservatorio L. Cherubini di Firenze (YouTube Conservatorio Cherubini Firenze), dalla Sala del Buonumore Pietro Grossi del Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze nella Rassegna

“VETRINA DI LIBRI 2021”, con un programma che vede la performance del Quintetto Italiano di Fisarmoniche (Ivano Battiston, Riccardo Centazzo, Endrio Luti, Antonio Saulo e Massimo Signorini) e gli interventi online dall’Argentina, moderati dalla giornalista Elisabetta Piqué, corrispondente de “La Nación”, di María Susana Azzi e di Daniel H. Piazzolla, figlio del Maestro. Saranno presenti per un saluto istituzionale anche il Direttore del Conservatorio, Paolo Zampini e il Presidente di Opera Laboratori, Beppe Costa. Si ringrazia la Scuola di Musica “Clara Schumann” (Vicarello-Collesalvetti) per la collaborazione all’evento.

copertina

Arabesque

Broadcast in diretta streaming della
 
Presentazione dell’album discografico
Carlo Francesco Defranceschi
ARABESQUES
Laura Coco, clarinetto
Valentina Lombardo, pianoforte
PARTECIPANO
Laura Coco – clarinettista
Valentina Lombardo – pianista
Carlo Francesco Defranceschi – compositore
Fabio Carabelli – general manager
Giuseppe Scali – discografico

Sabato 13 marzo ore 15

Oppure su FACEBOOK

lffwbzblvbxjlr8bt8de

PIAZZOLLA: una vita per la musica

BROADCAST in streaming
in occasione del Centenario della nascita di Astor Piazzolla (1921-2021)
viene presentato il libro della scrittrice María Susanna Azzi
ASTOR PIAZZOLLA
Una vita per la musica
Sillabe, 2021
Dalla Sala del Buonumore “Pietro Grossi” del Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze
PARTECIPANO (in ordine di apparizione)
• QUINTETTO ITALIANO DI FISARMONICHE
(Ivano Battiston, Riccardo Centazzo, Massimo Signorini, Endrio Luti, Antonio Saulo)
• Paolo Zampini – direttore del Conservatorio “Luigi Cherubini” di Firenze
• Guglielmo Pianigiani – responsabile della “Rassegna Vetrina Libri”
• Beppe Costa – Presidente Opera Laboratori
• Elisabetta Piqué – Giornalista, corrispondente de “La Nación”
• Giulia Perni – Casa editrice Sillabe
• María Susana Azzi – scrittrice ed antropologa
• Daniel Hugo Piazzolla – Figlio di Astor Piazzolla
Riprese e broadcast a cura di
EMA Vinci service
Giuseppe Scali
Marco Cardone
Riccardo Magnani
Si ringraziano
Ufficio stampa Sillabe
Ufficio stampa Opera Laboratori
Ufficio Produzione Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze
* * * * * * * * * * * *
Promotori dell’iniziativa editoriale
Sillabe
Opera Laboratori
con il patrocinio di
Fundación Astor Piazzolla
Fundación Internacional Carlos Gardel
con la collaborazione di
Accademia Italiana di Bandoneon
Associazione Accademia degli Avvalorati
Bugari Armando – Zerosette Castelfidardo
Comune di Villa Collemandina
Associazione Amici della Musica “Astor Piazzolla” Trani
Fondazione Teatro Goldoni
Scuola di musica Clara Schumann
Si ringraziano per la partecipazione alla pubblicazione
Salvatore Accardo
Milva
Richard Galliano
Pino Presti
Gianni Mestichelli
Walter Santoro

Oppure su FACEBOOK

BOOK CD 8

Aria – Christian Lavernier- BROADCAST

Martedì 9 Febbraio 2021 ore 21

PARTECIPANO
Andrea Talmelli – compositore
Carlos González – liutaio
Christian Lavernier – chitarrista
Giuseppe Scali – discografico
Mr. Fijodor – street artist
alla regia Marco Cardone


VISUALIZZA SU


  1. Oscariana
  2. Dedalus
  3. Gilgamesh
  4. El Taray
  5. Fragile
  6. Aria
  7. Scirocco
  8. Autumn in Paris
  9. Bleu á vif
  10. 128 Rue Sanit Dénis

Artist Christian Lavernier
chitarra Soñida di Carlos González 
illustrazioni di Mr. Fijodor

© 2021 EMA Vinci L&C