Classici di Oggi Interpreti: Maurizio Morganti vol.2

Maurizio Morganti

  1. Sequenza IX per Clarinetto solo – Luciano Berio
  2. Concerto per Clarinetto solo (1969) – Carte Fiorentine – Valentino Bucchi

Album Digitale

 


Lavoro monografico del clarinettista Maurizio Morganti.

Maurizio Morganti ha studiato la Sequenza con Luciano Berio, ha suggerito allo stesso maestro delle varianti su alcune note il qual mastro le ha accettate e approvate, sottoscrivendo un autorizzazione sulla partitura variata. Infatti questa versione presenta delle variazioni inedite approvate dal compositore stesso.
Il concerto per Clarinetto solo, è stato interpretato e registrato nello stesso stile della sequenza.


20 Maggio 2017

20 Aprile 2017

Intorno a Firenze nel secondo ‘900

Titolo Intorno a Firenze nel secondo ‘900
Compositori Giuseppe Bonamici, Carlo Prosperi, Gaetano Giani Luporini, Pier Luigi Zangelmi
Autori Ilaria Baldaccini
Organico Pianoforte
Tracce
Giuseppe Bonamici (1936 – 1978)

Quando il vento racconta sulle antiche pietre

Tre Movimenti
Movimento 1
Movimento 2
Movimento 3

Carlo Prosperi (1921 – 1990)

Intervalli: Armonia, Terze, Trillo, Melodia, Ribattuto, Progressioni, Due voci, Tre voci, Riepilogo

Sonatina profana
In modo “andaluso”
Arietta
Gran Finale

Gaetano Giani Luporini  (1936)

Nove Mantram: Domanda, Anelito, Gravitazione celeste, Volere e libertà, Canto angelico, Vita nei cristalli, Memorie egiziane, Respiri intervallari, Verso la luce

Pier Luigi Zangelmi (1927 – 2004)

Blu 4
I
II
III
IV

Descrizione
Altro Note del Booklet di Renzo Cresti e Ilaria Baldaccini
Registrato Registrato su Yamaha C3 nei mesi di febbraio – marzo 2017
Masters Audio 2017, Giuseppe Scali per EMA Vinci records
Grafica 2017, EMA Vinci records
 Copyright  @ 2017 EMA Vinci records 70078

FuturVoice di Ana Spasic – CD

FuturVoice

musica di Ana Spasic 
Album Monografico – artista principale: Ana Spasić

ANA SPASIĆ (soprano) interpreta le “TAVOLE PAROLIBERE” di undici Futuristi italiani:
1. Finale d’una partitura strawinskjana – Francesco CANGIULLO 
2. Sensibilitè numerique – Filippo Tommaso MARINETTI 
3. Canzone di maggio – Giacomo BALLA
4. Verbalizzazione astratta di signora – Fortunato DEPERO 
5. Ticino – Pino MASNATA 6. Baltrr – Giacomo BALLA
7. L’io ottimista fra le rotaie del pessimismo – BENEDETTA (Cappa Marinetti) 
8. ? + ! – BOT (Osvaldo Barbieri Terribile) 
9. Gioia – BENEDETTA (Cappa Marinetti)
10. Gioia pazza – GINNA (Arnaldo Ginanni Corradini) 
11. Allegria – Giuseppe STEINER 
12. Il mio avvenire – Piero ILLARI
13. Come mi vedo!… – BOT (Osvaldo Barbieri Terribile) 
14. Paesaggio+Temporale – Giacomo BALLA 
15. Dichiarazione d’amore – Pino MASNATA
16. CHAIRrrrrrrrRR – Filippo Tommaso MARINETTI
17. Paesaggio di rumori di guerra – Fortunato 
18. Bombardamento di Adrianopoli – Filippo Tommaso MARINETTI
19. La spirale – Paolo BUZZI

ANA SPASIĆ (soprano) interpreta le “TAVOLE PAROLIBERE” di undici Futuristi italiani:

1. Finale d’una partitura strawinskjana – Francesco CANGIULLO – 2. Sensibilitè numerique – Filippo Tommaso MARINETTI – 3. Canzone di maggio – Giacomo BALLA – 4. Verbalizzazione astratta di signora – Fortunato DEPERO – 5. Ticino – Pino MASNATA – 6. Baltrr – Giacomo BALLA – 7. L’io ottimista fra le rotaie del pessimismo – BENEDETTA (Cappa Marinetti) – 8. ? + ! – BOT (Osvaldo Barbieri Terribile) – 9. Gioia – BENEDETTA (Cappa Marinetti – 10. Gioia pazza – GINNA (Arnaldo Ginanni Corradini) – 11. Allegria – Giuseppe STEINER – 12. Il mio avvenire – Piero ILLARI – 13. Come mi vedo!… – BOT (Osvaldo Barbieri Terribile) – 14. Paesaggio+Temporale – Giacomo BALLA – 15. Dichiarazione d’amore – Pino – 16. CHAIRrrrrrrrRR – Filippo Tommaso MARINETTI – 17. Paesaggio di rumori di guerra – Fortunato DEPERO – 18. Bombardamento di Adrianopoli – Filippo Tommaso MARINETTI – 19. La spirale – Paolo BUZZI

Organico Soprano solo

«L’invenzione straordinaria di Marinetti ha aperto un campo nuovo nella poesia, quella dimensione di teatro colorico-mimico-dinamico-musicale di cui parlò anche F.B.Pratella, musicista futurista. Le Tavole Parolibere sono per me una fonte inesauribile, veri strumenti creativi, un’opera in continua evoluzione, dalla quale nasce un’altra opera, quella della mia interpretazione. Le nuove modalità poetiche hanno aperto la possibilità di essere lette, viste o ascoltate. Il mio percorso esecutivo in questo “CD oggetto” non ha tenuto conto dell’ordine cronologico, ma di un criterio di scelta: il principio della ricchezza e della discontinuità stilistica nell’impatto sonoro che ho fatto corrispondere a quello visivo. (Ana Spasić).

Se l’immagine parolibera travalica il puro momento visivo sollecitando la multisensorialità, con la voce di Ana Spasic è possibile immaginare di ripercorrere, come fosse una mappatura sonora, alcuni momenti salienti della sperimentazione parolibera futurista. (Francesca Barbi Marinetti)»

Produzione 
Data di Uscita 11-02-2017
Formato Principale CD Altri Formati Album Digitale
 2017 EMA Vinci records 40042 © EMA Vinci – Etichetta EMA Vinci contemporanea
Linea Linea 7 • Genere – Contemporanea

Ana Spasic Nata in Serbia, si è qui formata nel canto classico e jazz, ha poi completato con il massimo dei voti gli studi musicali al Conservatorio di Piacenza e del biennio in quello di Milano. In parallelo ha conseguito cum Laude il titolo di musicoterapeuta presso l’Université Europeenne Jean Monnet di Bruxelles, seguito ai corsi frequentati a Modena e a Padova. Nel 2008 ha studiato per un semestrein Germania presso la Staatliche Musik Hochschule di Trossingen.  Ha partecipato al festival di Bayreuth come vincitrice di una borsa di studio a Milano ed è stata premiata a Roma nel festival internazionale di canto nel XX e XXI Secolo V. Bucchi.  In una continua ricerca dell’energia vitale più pura e della libertà espressiva di movimento, Ana Spasic si esprime con voce possente ed espressioni incredibilmente descrittive, dalla gioia al terrore, dall’indolenza agli eccessi energetici.  Attingendo la forza sonora ed espressiva dall’Opera lirica, il soprano espande, volge e poi trasforma in dolcezza le declamazioni in un canto più affine all’intimità della vocalità cameristica. Con queste varie caratteristiche si è esibita in importanti festival musicali, dal “Maggio musicale fiorentino” al “George Enescu” di Bucarest con European Contemporary Orchestra, e spazia dal repertorio tradizionale a particolari programmi da lei ideati, come “Flautuata voce” per voce e flauto. Di particolare rilevanza è FUTURvoce, il recital per voce sola sul Futurismo che ha presentato per la prima volta a Spoleto per il Teatro Lirico Sperimentale A.Belli.  Ana Spasic ha inciso vari CD e DVD,  la prossima è la pubblicazione della prima assoluta dell’azione scenica NOVATRIX sulle Metamorfosi di Ovidio di Daniele Lombardi (EMA vinci contemporanea 2018)



RECENSIONE SU REPUBBLICA DI FUTURVOICE DI ANA SPASIC (ANGELO FOLETTO)

La voce dei futuristi declama, imita, riempie lo spazio, scardina il galateo operistico, liederistico, belcantistico.
Provoca, mima, prolunga la vocazione pittorica e l’inchiostratura grottesca. sperimentale, antiletteraria e e antiespressiva delle Tavole Parolibere di Marinetti, attorno a cui ruota la pirotecnica antologia (tra gli autori Balla e Depero) costruita su misura d’uno strumento-vocale di oggi che non nega nulla. (Angelo Foletto) – La Repubblica 2 Luglio 2017.


20170616 Presentazione del CD – Cluster (Lucca)


ACQUISTA / BUY