Alfonzo Borghese per Company and Company

15.00

Descrizione

La chitarra di Alfonso Borghese per Company & company

01. Reginald Smith Brindle El Polifemo de Oro

02. Alvaro Company Dialogo (dal Metodo)

03. Alvaro Company Toccata di Alfonso Borghese su uno studio dal Metodo

04. Alvaro Company Las Seis Cuerdas 1.Linee Irradianti

05. Alvaro Company Las Seis Cuerdas 2.   

06. Alvaro Company Las Seis Cuerdas 3. Improvvisando

07. Alvaro Company Las Seis Cuerdas 4. Microjazz

08. Alvaro Company Las Seis Cuerdas 5. Vaghi capricci

09. Alvaro Company Las Seis Cuerdas 6. Serenata burlesca

10. Alvaro Company Las Seis Cuerdas 7. Bianco e nero (Ostinato)

11. Bruno Bartolozzi Omaggio a Gaetano Azzolina

12. Alvaro Company Ninna Nanna (pensando a Ravel)

13. Carlo Prosperi Canto dell’Arpeggione

14. Alvaro Company Leos Pas de deux (duo di chitarre: Alfonso Borghese e Vincenzo Saldarelli)

15. Alvaro Company Notturno (omaggio a Chopin)

16. Alvaro Company Barcarola per una culla

17. Alvaro Company Ballo per il Barone di Casalotto

18. Alvaro Company Preludio (pensando a Fauré)


In una celebre intervista televisiva degli anni Sessanta Andrès Segovia ricordava Alvaro Company come uno dei suoi pochi autentici eredi, distinguendolo però anche come eccellente compositore e didatta. E se il grande Maestro andaluso ha significato la rinascita della chitarra nel Novecento, Company nel secondo dopoguerra è andato oltre, approfondendo e sviluppando il concetto segoviano di ricchezza timbrica dello strumento e organizzandolo metodicamente. Forse proprio per questo è stato fin dagli anni Cinquanta il primo chitarrista accolto nella intellighenzia musicale come un musicista fortissimo e autorevole. I suoi interlocutori erano Dallapiccola, Lupi, Rubinstein, Maderna, Prosperi,Bussotti, Donatoni, Abbado, Fragapane etc. In questo senso Company ha avuto un importantissimo ruolo storico, perché, proprio attraverso la sua immagine, il chitarrismo italiano, fino ad allora considerato una specie di sottoproletariato musicale, ha acquistato una nuova dignità. Quando il destino malevolo lo ha costretto ad interrompere la sua brillante carriera concertistica, ha iniziato una ricerca sulle relazioni fra gesto, musica e corporeità, tracciando un solco profondo nel mondo musicale.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

×

Powered by WhatsApp Chat

× How can I help you?