Descrizione

Open Music #1

musica di CC.VV.
Album Antologico – artista principale: Tempo Reale Electroacustic Ensemble

1. Jonathan Impett, Folto giardino, per ensemble ed elettronica (2016) Tempo Reale Electroacoustic Ensemble Simon Limbrick, percussioni Ettore Costabile, pianoforte Michele Foresi, violino elettrico Andrea Gozzi, chitarra elettrica
Francesco Giomi, sintetizzatori Jonathan Impett, live electronics

2. Mirio Cosottini, I-Silence, per ensemble (2016) Tempo Reale Electroacoustic Ensemble Monica Benvenuti, voce Michele Foresi, viola Mirio Cosottini, tromba Franco Pioli, flicorno soprano
Maurizio Cenni, corno Niccolò Pontenani, trombone Francesco Canavese, chitarra elettrica Salvatore Miele, sintetizzatore

3. Cornelius Cardew, Treatise (1963-67) per ensemble elettroacustico Tempo Reale Electroacoustic Ensemble Salvatore Miele, coordinamento e live electronics Francesco Casciaro, oggetti sensibili e live electronics Daniela Cattivelli, campionatore Andrea Gozzi, chitarra elettrica Damiano Meacci, regia del suono

Organico Tempo reale Electroacustic Ensemble

«Il progetto Open Music segue una traccia intrapresa da alcuni anni da Tempo Reale, dedicando una serie di concerti al concetto di “musica aperta”: prendendo le mosse dalle esperienze pionieristiche degli anni Sessanta-Settanta, è possibile oggi sviluppare e ampliare tale concetto grazie alle tecnologie digitali e ad un nuovo modo di pensare e comporre la musica, innervando la scena internazionale con opere che attingono dal mondo dell’improvvisazione, della videoarte e dalla computer music. Nei programmi vengono affiancate opere “storiche” di autori italiani (come Sylvano Bussotti o Albert Mayr) e stranieri (come Cornelius Cardew) a lavori internazionali e territoriali recentissimi.»

Produzione
Data di Uscita 25/06/2016
Formato Principale Album Digitale
2016 EMA Vinci records 40039 © EMA VinciEtichetta EMA Vinci contemporanea
Linea TRema, SIAE-Classici di Oggi • Genere – Contemporanea

Tempo Reale Tempo Reale è il centro di ricerca, produzione e didattica musicale, fondato nel 1987 dal compositore Luciano Berio, che si occupa del rapporto tra musica e nuove tecnologie e della diffusione della musica di ricerca. Dal 2013 è diventato un Ente di rilevanza per lo spettacolo dal vivo della Regione Toscana. Il suo archivio ha ottenuto dalla Sovrintendenza dei Beni Archivistici della Toscana il riconoscimento di interesse storico particolarmente importante.  L’istituzione, che ha sede a Firenze presso Villa Strozzi al Boschetto, ha come soci istituzionali la Regione Toscana, la Città Metropolitana di Firenze e il Comune di Firenze. È uno dei principali punti di riferimento italiani ed europei per la produzione, la ricerca e la formazione nel campo delle nuove tecnologie musicali e della musica di ricerca. Dalla sua costituzione Tempo Reale è stato impegnato nella realizzazione delle opere musicali di Berio, che lo hanno portato a lavorare in prestigiosi contesti concertistici di tutto il mondo. Lo sviluppo di criteri di qualità e creatività derivati da queste esperienze si è riverberato nel lavoro condotto continuativamente tanto con giovani musicisti emergenti quanto con artisti affermati come i compositori Giorgio Battistelli, Adriano Guarnieri, Henri Pousseur, i musicisti Uri Caine, Stefano Bollani, David Moss, Sonia Bergamasco, Jim Black, Maurizio Pollini e Pierre Boulez, i coreografi Virgilio Sieni e Micha van Hoecke, ed altri professionisti come Renzo Piano e Ugo Chiti.  Tempo Reale cura regolarmente l’esecuzione sia delle opere di Berio con elettronica sia di altri autori contemporanei. Produce anche regolarmente nuovi lavori di musica di ricerca in collaborazione con artisti e istituzioni importanti. Il centro, diretto dal 2008 da Francesco Giomi, si occupa nell’ambito della ricerca di varie attività: lo studio sull’elaborazione del suono dal vivo, le esperienze di interazione tra suono e spazio. A queste si affiancano l’ideazione di eventi musicali, manifestazioni, incontri e progetti sul territorio, in collaborazione con le istituzioni della Toscana. Nel 2008 si è tenuta a Firenze la prima edizione del “Tempo Reale Festival”, manifestazione che si propone di presentare le migliori esperienze italiane ed internazionali della musica di ricerca legata alle nuove tecnologie. Il Festival è diventato un appuntamento annuale.  Con Tempo Reale hanno collaborato musicisti informatici come Peter Otto, Alvise Vidolin, Nicola Bernardini, Michele Tadini, Jacopo Baboni-Schilingi; attualmente ci lavorano musicisti come Damiano Meacci e Francesco Canavese, Francesco Casciaro.