discografica

Chi Siamo

Alcuni punti in forma di schema:

  • Nel 1993 avviene la trasformazione: Il MASKASTUDIO diventa EMA Vinci. La EMA Vinci a sua volta sarà formata dai seguenti dipartimenti:
    •  EMA VINCI EDIZIONI MUSICALI (edizioni musicali a supporto delle pubblicazioni discografiche).
    • EMA VINCI SERVICE (studio e laboratorio di produzione e servizi per la musica, naturale prosecuzione del MASKASTUDIO).
    • EMA VINCI RECORDS (casa discografica).
    Dal 1993 fino al 2011 la EMA Vinci records sarà un’etichetta principalmente attenta alle proposte dei compositori e dei generi World Music e Classica. Nell’ambito classico la discografica realizzerà in questo periodo una ricca collezione di album legati alla fisarmonica classica (Salvatore di Gesualdo, Alessandro Dei, Riccardo Centazzo, Claudio Jacolucci, Fausto Settevendemie, Alessandro Moretti, Roberto Caberlotto e Ivano Battiston), tanto da porla come etichetta lieder a livello nazionale nel settore delle pubblicazioni per fisarmonica classica. Nell’ambito della World Music ricordiamo i lavori con Kamran Khaceh, il trio di Faye Nepon, e Nirvananananda. Fino a questo periodo le energie della casa discografica saranno indirizzate alla rivalutazione e al sostegno delle realtà musicali del proprio territorio e fortemente concentrate nell’ambito classico. Tra gli artisti prodotti ricordiamo Aquiles Delle Vigne, Piernarciso Masi, Alessandra Garosi, Gregorio Nardi, Andrea Passigli. Dal 1994 fino al 2009 la EMA Vinci records effettua le vendite dei propri prodotti per corrispondenza, vanta di uno store online ed è distribuita da Materiali Sonori.
  • Nel 1996 nasce il dipartimento di produzioni artistiche EMA CANTICAE, dipartimento che si è specializzato verso il connubio Suono/Arte, Musica/Arte e Arte Totale. I Paesaggi sonori realizzati da EMA Canticae, grazie al connubio con l’artista Marco Bagnoli li possiamo ascoltare e vedere in opere d’importanza internazionale curate dai principali critici d’arte italiani e non quali Germano Celant, Achille Bonito Oliva,  Harald Szeeman, Sergio Risaliti, Lucrezia De Domizio, solo per citarne alcuni, nelle principali gallerie italiane quali per esempio la Galleria Giorgio Persano di Torino, la Galleria Crhistian Stein di Milano, il Museo Madre di Napoli, il Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato, nonché collettive, eventi o fiere nazionali ed internazionali fra le quali la Biennale di Venezia e la Biennale di Valencia. I prodotti discografici prodotti da EMA Vinci canticae porteranno il marchio di EMA Vinci records.
  • Nel 1997 è l’anno del primo prodotto distribuito dagli stores digitali in tutto il mondo: la EMA Vinci records intraprende rapporti commerciali con The Orchard raggiungendo accordi per l’artista Nirvanananda.
  • Nel 2009 il completo catalogo dei prodotti in formato digitale della EMA Vinci records verrà distribuita su territorio mondiale dalla Believe Digital. Sempre nel 2009 la EMA Vinci sancisce una collaborazione con Fonofficina (Studio di registrazione e sala prove). Produzioni e Servizi saranno effettuate presso questa attività. Il fonico di riferimento sarà Marco Cardone. Un’attenta indagine e analisi sia artistica che di mercato induce la discografica EMA Vinci records a recuperare lo spirito iniziale della sua fondazione: essere principalmente a servizio della musica contemporanea colta. Nascono i primi progetti di produzione discografica che avrebbero visto la luce negli anni successivi.
  • LO SVILUPPO A LIVELLO NAZIONALE
    Dal 2011, in seguito ad una serie di riflessioni e collaborazioni artistiche significative, fra le quali ricordiamo quelle con Marco Bagnoli (artista), Michael Galasso, Kamran Khacheh, Alessandra Garosi, Alessandro Magini, Alain Goudard e Alessandro Solbiati, la EMA Vinci records  si è indirizzata in modo sistmatico verso la musica contemporanea colta.
  • Nel 2014 l’azienda subisce una variazione nell’assetto sociale: subentra Marco Cardone in qualità di responsabile esecutivo, mentre Giuseppe Scali sarà il responsabile della parte artistica.La collaborazione sul piano fonico fra Giuseppe Scali (sound designer) e Marco Cardone (sound engineer) porterà la EMA Vinci records ad avere un proprio standard di registrazione originale, basato su tecniche di ripresa sonora minimali e totali, mentre strumenti solisti o piccolissime formazioni saranno riprese con tecniche massimali sbilanciate. Questo standard ha conferito alle produzioni EMA Vinci records una propria sonorità particolarmente apprezzata per coloro che desiderano chiarezza si suono, profondità e dinamica.
  • Da quel momento la discografica ha conseguito risultati molto importanti, giungendo ad ottenere nel 2015 un significativo riconoscimento da parte della SIAE (Società Italiana degli Autori ed Editori) attraverso il progetto SIAE-Classici di Oggi: infatti la EMA Vinci records è stata individuata “quale casa discografica meritevole per l’impegno profuso e per la continua attività svolta a sostegno e promozione della musica colta contemporanea“.In questo anno la EMA Vinci records ha sigillato un accordo di collaborazione con Tempo Reale, il centro di elaborazione per la musica elettronica di Firenze fondato da Luciano Berio, attraverso la linea discografica TREma.
  • Nel 2016, sempre alla EMA Vinci records, per il secondo anno consecutivo la SIAE ha conferito alla discografica toscana il “riconoscimento di eccellenza” inserendola nuovamente nel progetto SIAE – Classici di Oggi.Il 2016 vede realizzate dalla EMA Vinci records le seguenti linee discografiche:
    • TRema, in collaborazione con Tempo Reale di Firenze;
    • SIAE-Classici di Oggi, realizzata anche con il contributo SIAE;
    • LISTENING in collaborazione con il NEW MADE ENSEMBLE di Milano
    • GAMO-EMA Vinci archive, collaborazione con l’associazione-ensemble G.A.M.O di Firenze.Nel 2016 la EMA Vinci records  acquisisce un ruolo di riferimento nel panorama nazionale legato alle pubblicazioni contemporanee. Da questa data la EMA Vinci records fonderà l’etichetta EMA Vinci contemporanea. Gli ultimi mesi del 2016 sono caratterizzati non solo da una continua attività di produzione presso il proprio studio, ma anche dalla particolare attenzione che la EMA Vinci records ha riversato verso l’Opera Teatrale (grazie anche alla grande versatilità dell’apparato tecnologico del quale dispone). vengono programmate le produzioni di: Opera Unica dell’artista Marco Bagnoli,  L’Amor che move il sole e l’altre stelle ovvero il Dante contemporaneo del duo Cristina Mazzavillani Muti – Adriano Guarnieri, Il Suono Giallo (premio Abbiati) e Leggenda di Alessandro Solbiati, Hanjo di Marcello Panni e Canto di Natale di Lino Liviabella. Infine, in questo anno la EMA Vinci fondata l’etichetta L&C al fine di raggruppare produzioni provenienti da aree diverse, dare voce e promuovere artisti e quindi intraprendere progetti paralleli e diversi rispetto a quelli che faranno parte del catalogo di EMA Vinci records.
  • La EMA Vinci records inserisce il proprio catalogo nel portale Discogs.
    Il marchio EMA Vinci contemporanea  sigilla accordi per la pubblicazione di un buon numero di opere discografiche inedite siglate da grandi compositori ed interpreti della musica italiana trai quali: Claudio Ambrosini, Carlo Boccadoro, Gilberto Cappelli, Azio Corghi, Michele Dall’Ongaro, Carlo Galante, Adriano Guarnieri, Daniele Lombardi, Gaetano Giani Luporini, Alessandro Magini, Boris Porena, Alessandro Solbiati, Marcello Panni e Nicola Sani, mentre tra gli interpreti annoveriamo Monica Benvenuti, Paolo Carlini, Experimental studio di Friburgo, Roberto Fabbriciani, Matteo Fossi, GAMO ensamble, Francesco Gesualdi, Stefano Malferrari, New Made Ensemble e Tempo Reale ensemble.  Sempre nel 2017 la EMA Vinci records fonda l’etichetta EMA Vinci classica dedicata alla musica classica e seria in genere.Vince due bandi nel progetto SIAE – SILLUMINA relativo alla sezione MUSICA-Opere Nuove che porteranno alla produzioni di due CD con tiratura di 2.000 copie ciascuna.La SIAE riconferma alla EMA Vinci records, ed in modo specifico alla EMA Vinci contemporanea, per il terzo anno consecutivo il ruolo di eccellenza. La EMA Vinci contemporanea continuerà l’opera di valorizzazione delle composizioni e dei compositori italiani attraverso produzioni specifiche e tramite le sue linee: Classici di Oggi Interpreti, TRema, LISTENING, GAMO EMA Vinci archive. Il passo successivo viene segnato dal progetto intorno all’opera contemporanea (2016/2018) denominato appunto L’Opera Contemporanea Italiana, ove EMA Vinci records, attraverso la propria etichetta EMA Vinci contemporanea, si propone di realizzare una serie di poduzioni che testimonino e rappresentino la memoria del nostro periodo sia per quanto riguarda l’Opera nella sua forma più ampia che l’Opere da Camera, nella sua struttura sia formale che strumentale più ridotta. Fra queste ricordiamo (fra quelle prodotte e quelle in produzione) Hanjo (Carlo Boccadoro – Cesare Scarton) e Il Giudizio di Paride(Fabio Maestri) di Marcello Panni, L’Amor che move il sole e l’altre  stelle (MDI ensemble – Pietro Borgonovo – Cristina Muti) ed Infinita tenebra di Luce (ContempoArt ensemble – P. Borgonovo – Giancarlo Cauteruccio) diAdriano Guarnieri, Il Suono Giallo (Marco Angius – Franco Ripa Di Meana)) e Leggenda (Gianandrea Noseda – Stefano Poda) di Alessandro Solbiati, Shi di Carlo Boccadoro (C. Boccadoro – Cecilia Ligorio), Il Colore del Sole(Gabriele Bonolis – Cristian Taraborelli) di Lucio Gregoretti, Bach Haus (Emanuele Amendola – C. Scarton) diMichele Dall’Ongaro, Novatrix (M. Panni – Daniele Lombardi) di Daniele Lombardi
  • 21 Giugno 2018 EMA Vinci contemporanea collabora con il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino producendo il DVD Il Prigioniero di Luigi Dallapiccola sotto la direzione di Michael Boder (World Premiere Audio-Video Recording).

La Storia della EMA Vinci è anche la storia della EMA Vinci records, quindi per una maggiore panoramica vedi anche:

EMA Vinci