EMA Vinci store

BlowUp di BlowUp – CD

Blow Up

musica di Compositori Vari

Album Monografico – artista principale: Blow Up

Blow Up – Alessandra Ravera (2017)* (realizzazione elettronica Gustavo Delgado)* – Silence = Death – Francesco Filidei (2013)* – Bounce extended – Michele Sanna (2017)* – Shots Symphony – Stefano Taglietti (2016)* – Brotherhood’s Journey – Paolo Marchettini (2013)**

Organico Percussioni

«BLOW UP è un disco con musiche di compositori italiani che hanno stretto un sodalizio artistico con l’ensemble, componendo appositamente per Blow Up Percussion o modificando brani già in repertorio pensando alla performance come punto d’incontro tra l’idea compositiva e la fisicità del gesto percussivo. Un’idea di ritmo e suono che esalti le caratteristiche di un gruppo di percussioni portato naturalmente ad avere nell’aspetto ritmico il suo fulcro, e che qui non viene trascurato, ma pensa anche alle molteplici possibilità timbriche date dalla sterminata gamma di strumenti che dispone un ensemble di percussioni: e allora vibrafoni, marimbe, tamburi, batterie, piatti, gong, crotali, timpani, si affiancano a oggetti di uso comune o materiali vivi come il legno, il metallo , la ceramica per avere una tavolozza di colori più ampia possibile. Esaltando il gesto che procura il suono la teatralità è un altro degli aspetti ricercati nella performance, come dinamica e direzione del suono e preciso intento performativo. Altro aspetto è il rapporto con l’elettronica che utilizzata in alcuni pezzi.»

Produzione
EMA Vinci Service
Data di Uscita 11.09.2017
Formato Principale CD Altri Formati Album
2017 EMA Vinci records 70079 © EMA VinciEtichetta L&C
Linea SIAE Classici di Oggi • Genere – Contemporanea

BlowUp Blow Up Percussion è un gruppo di percussioni costituitosi nel 2011 che ha base a Roma e che interpreta un repertorio moderno e contemporaneo  Il suo obiettivo e essere una voce della musica di questo periodo: dall’interpretazione delle opere dei compositori di questa generazione spesso con un contatto e uno scambio diretto, al teatro musicale, il minimalismo, l’elettronica e le nuove sonorità. L’idea è quella di ridefinire il concetto moderno di ensemble e renderlo permeabile alle influenze sonore del proprio tempo, interpretando il ruolo artistico/culturale della musica contemporanea come punto di incontro tra la musica “colta” e un’identità più Pop(ular): una realtà musicale organica, una serie di stanze comunicanti le cui componenti possano dialogare e lavorare insieme, vivere il proprio tempo storico in empatia con qualsiasi sensibilità artistica  Collaborando con compositori, ensemble, musicisti di diversa provenienza, BLOW UP tenta di ren-dere permeabile l’ensemble alle influenze sonore del proprio tempo, vivendo in empatia con qual-siasi sensibilità artistica. Il repertorio che propone è frutto delle diverse collaborazioni dirette con giovani compositori di rilievo F.Filidei, P.Marchettini, E.C.Cole, L.Durupt, S.Taglietti, V.Montalti, A.Ravera, E.Nathan, P.Jodlowsky, A.Bellino, M.Sanna ; dello studio di John Cage e del teatro mu-sicale, del minimalismo di Steve Reich e del post-minimalismo di David Lang, Julia Wolfe e John Luther Adams.  Le collaborazioni di Blow Up Percussion vanno dall’ Ensemble Prometeo e la PMCE (Parco della Musica Contemporanea Ensemble) come sezione percussioni di ensemble polistrumentali, alla mu-sica elettronica del duo londinese “Plaid”, al violoncellista Mario Brunello .  Il gruppo si è esibito al Cantiere Internazionale di Montepulciano, Festival di “Nuova Consonanza”, al Festival “Traiettorie” di Parma, nella stagione “Contemporanea” e “In my life” all’Auditorium Parco della Musica di Roma, Festival “MI_TO Settembre Musica”, al Festival “Le Forme del Suono” di Latina, Composit Festival a Rieti, “Tuscania Artescena”, Half-Die Festival, Fondazione W.Walton a Ischia, “Non Luoghi Musicali” a Caserta, “NO GO Festival” a Roma, Stagione dei Concerti dell’Uni-versità di Tor Vergata Roma.

Exit mobile version