mario-gamba-2-150x150

Mario Gamba

Giornalista e critico musicale. Scrive ininterrottamente per il manifesto dal gennaio 1977. Ha lavorato nelle redazioni di Avanguardia OperaiaIl Quotidiano dei lavoratoriil manifestoReporterTg3. Ha collaborato con Tv RadiocorriereL’EspressoAlfabeta2Outlet. Si occupa prevalentemente di musica contemporanea. Ha pubblicato Questa sera o mai. Storie di musica contemporanea (Fazi, 2003) e Gli ultraterrestri. Musiche della rivoluzione globale (Cronopio, 2008).

Fabrizio Ottaviucci, Riot, 16.04.2016 042 (2) copia

Fabrizio Ottaviucci

Fabrizio Ottaviucci, classe 1959,  si è brillantemente diplomato  in Pianoforte nel 1978 presso il l Conservatorio di Pesaro sotto la guida di Paola Mariotti, dove  ha studiato Composizione  con Fausto Razzi e Musica Elettronica con Walter Branchi.

Ha tenuto centinaia di concerti  nelle maggiori città italiane e tedesche, e tournèe  in Spagna, Inghilterra, Polonia, Austria, Svizzera,  Usa, Canada, Messico, India, Corea del Sud, Iran.

Di particolare rilievo è la sua attività rivolta ai repertori dal secondo novecento ad oggi. In questa linea ha collaborato intensamente con i più  grandi interpreti contemporanei,  come Markus Stockhausen, Stefano Scodanibbio, Mike Svoboda, Rohan De Saram, Francesco Dillon, Antonio Caggiano, Gianni Trovalusci, Daniele Roccato, Mario Caroli, Manuel  Zurria.    E’ stato piu volte invitato ai festival  nazionali  di maggior prestigio nella nuova musica, come  Romaeuropafestival, Biennale Venezia,  Milano Musica, Traiettorie Parma, Angelica Bologna, Tempo Reale Firenze, Rassegna Nuova Musica Macerata, Festival Pontino Latina, Dissonanzen Napoli, e  a prestigiosi festival  internazionali come  Imago Dei Vienna, Musica de Hoy  Madrid, Ruhetriennal  Koln  , Cervantino Messico.

Ha realizzato produzioni discografiche con la Wergo ( J.Cage, S. Gubaidulina, G. Ustvolskaya)  e la Stradivarius ( T. Riley, G. Scelsi).

Ha eseguito prime assolute di Giacinto Scelsi, Terry Riley, Stefano Scodanibbio, Ivan Vandor, Gilberto Cappelli, Fabrizio De Rossi Re, Osvaldo Coluccino.

Accanto alla sua attività di interprete  ha portato avanti  una intensa attività di improvvisatore,  oltre che con gli  stessi  interpreti di repertorio, anche con personalità artistiche provenienti da differenti generi  musicali, come Simon Stockhausen, Robyn Schulkowsky, Trilok Gurtu, Gary Peacock.  In questa direzione ha prodotto  album per  l’ECM ( primo artista italiano della collana), CMP Koln,  Amiata R, Splash R. Egea.

Dal 2011 al 2014 ha collaborato intensamente  con la compagnia teatrale Societas Raffaello Sanzio di Cesena.  Dal 2017 realizza le performance sonore dell’artista poeta Jim Dine.

Nel 2015 ha fondato ALMA, Arte Laboratorio Musica Aleatoria, con Antonio Caggiano e Gianni Trovalusci.

Dal 2010 è direttore artistico del Festival di Musica Contemporanea Italiana di Forli.

E’ stato spesso invitato a trasmissioni radiofoniche nazionali ( Rai Radio 3) e internazionali.

image0 copia

Flora Gagliardi

Flora Gagliardi, nata a Pisa dove vive, ha svolto a livello nazionale e internazionale, dopo aver conseguito tutti i relativi e necessari titoli di studio, le professioni di pianista, maestro collaboratore, regista, musicoterapeuta, counsellor, operatore ed educatore teatrale, formatore in ambito socioeducativo, scrittrice e saggista. Il suo sguardo e le sue eclettiche competenze sono sempre state al servizio delle giovani generazioni, dei soggetti in stato di bisogno, di persone diversamente abili, improntando ogni sua azione alla democrazia delle relazioni e degli affetti.

Docente di lettura della partitura presso i Conservatori di Sassari, Bologna e in ultimo il “Cherubini” di Firenze dove è stata Vicedirettore e Direttore, attualmente, terminato il servizio istituzionale, è tornata a occuparsi dei suoi tradizionali interessi artistici: scrittura di libretti di opere per le giovani generazioni, testi per il teatro musicale, regìa di opere liriche contemporanee; ultimi lavori sono l’opera “Furiosus” con la musica di Roberto Scarcella Perino per International Opera Theater di Filadelfia e “Le immagini di Filostrato” per il Dipartimento di Composizione del Conservatorio “G.B.Martini” e il Teatro Comunale  di Bologna.

Promuove con convinzione, organizzando concerti e presentazioni, opere nuove di compositori, scrittori, artisti che abbiano come cifra l’indagine sulle possibilità trasformative dei linguaggi.

Svolge attività di consulente artistico-musicale per l’Associazione Ex-allievi della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa.

È  consulente della Fondazione Scuola di Musica di Fiesole onlus e fa parte del Comitato Scientifico del “Dipartimento per lo sviluppo, sperimentazione e ricerca” della stessa Scuola.

Ha coordinato la sezione  “Robotica e nuove tecnologie  nella diagnostica, restauro e conservazione dei Beni Culturali” nell’ambito  delle edizioni annuali del  Festival Internazionale della Robotica di Pisa.

Ha frequentato il corso triennale di sommelier presso l’AIS di Pisa.

Ha la certificazione di “Cesarina, cuoca di tradizione”.

ila

Ilaria Baldaccini

Official Site

ILARIA BALDACCINI è una pianista italiana, riconosciuta dalla critica interprete originale e raffinata. Le sue esibizioni e incisioni sono state recensite da testate giornalistiche come, tra le altre, ‘il giornale della musica’, ‘la Repubblica’, ‘il manifesto’, presentate e trasmesse da emittenti radiofoniche come RAI Radio 3, Radio Classica, Radio Svizzera Italiana, Rete Toscana Classica.

Da anni impegnata in un’intensa attività concertistica, prevalentemente come solista, si è esibita in alcuni dei centri musicali più importanti di città come Firenze, Roma, Vienna, Belgrado, Sapporo, Tokyo.

Due i cd pubblicati con la Ema Vinci Records nel 2017: un monografico su Erik Satie e un disco dedicato a compositori di area toscana del secondo Novecento, inserito nella collana SIAE-Classici di Oggi (il disco contiene musiche di Carlo Prosperi, Piero Luigi Zangelmi, Gaetano Giani Luporini e Giuseppe Bonamici).

Il disco sui compositori di area toscana inaugura la sua ricerca interpretativa sul repertorio del Novecento storico e della musica contemporanea. Nel 2019 entra in contatto con il Gabinetto Scientifico-Letterario G. P. Vieusseux di Firenze per l’esecuzione e la divulgazione di partiture inedite di Carlo Prosperi, conservate nel Fondo Prosperi dell’Archivio Contemporaneo “A. Bonsanti”, e per una nuova esecuzione, a quasi 45 anni di distanza dalla prima assoluta, del ‘Concerto dell’Arcobaleno’ per pianoforte, marimba e orchestra dello stesso autore. Sia i brani inediti che il concerto sono stati programmati nell’autunno 2019 in due eventi organizzati grazie alla collaborazione del Gabinetto G. P. Vieusseux, del Lyceum Club Internazionale di Firenze, dell’Orchestra La Filharmonie e del G.A.M.O., che li ha entrambi inseriti nella stagione del suo quarantesimo anno di attività artistica.

Due dei brani inediti di Carlo Prosperi, per gentile concessione della figlia del Maestro Giuliana Prosperi, sono stati pubblicati dalla EMA Vinci Records in una antologia pianistica uscita per SIAE-Classici di oggi nell’autunno 2019, insieme a sei fogli d’album di Piero Luigi Zangelmi.

Il 2019 ha visto inoltre l’uscita, ancora per EMA Records, ancora per SIAE-Classici di oggi, di un monografico su Claudio Josè Boncompagni, contenente brani per pianoforte solo e per pianoforte e voce, che la Baldaccini ha eseguito insieme a Monica Benvenuti.

Collabora dal 2019 con i compositori Daniele Venturi, Carlo Galante, Fabrizio De Rossi Re e Mauro Montalbetti, con il quale è risultata vincitrice del Bando SIAE-Classici di oggi per la commissione di musica colta contemporanea 2018. Molte altre le collaborazioni attive con compositori del nostro tempo, anche grazie al vivo e proficuo rapporto con l’Associazione di compositori CLUSTER di Lucca. In questa città ha iniziato i suoi studi al Conservatorio “L. Boccherini”, nella classe di Maria Gloria Belli, proseguendo poi al Conservatorio di Firenze, dove ha studiato clavicembalo con Annaberta Conti e pianoforte con Giovanni Carmassi, laureandosi in entrambi gli strumenti con il massimo dei voti e la lode. Si è inoltre perfezionata all’Università della Musica e delle Arti Rappresentative di Vienna nella classe di clavicembalo del M° Gordon Murray e laureata in Lettere presso l’Università degli Studi di Firenze.

× Contattaci