unnamed

Alvise Vidolin

Regista del suono, musicista informatico e interprete Live Electronics. Ha curato la realizzazione elettronica e la regia del suono di molte opere musicali collaborando con compositori quali Claudio Ambrosini, Giorgio Battistelli, Luciano Berio, Aldo Clementi, Franco Donatoni, Adriano Guarnieri, Luigi Nono, Salvatore Sciarrino, per esecuzioni in Teatri e Festival internazionali. Collabora dal 1974 con il Centro di Sonologia Computazionale (CSC) dell’Università di Padova partecipando alla sua fondazione, svolgendo attività didattica e di ricerca nel campo dell’informatica musicale ed è tuttora membro del direttivo. Co-fondatore dell’Associazione di Informatica Musicale Italiana (AIMI) ne ha assunto la presidenza nel triennio 1988-1990.

Dal 1977 ha collaborato in varie occasioni con la Biennale di Venezia soprattutto in veste di responsabile del Laboratorio permanente per l’Informatica Musicale della Biennale (LIMB). Dal 1992 al 1998 ha collaborato con il Centro Tempo Reale di Firenze come responsabile della produzione musicale. Dal 1976 al 2009 è stato titolare della cattedra di Musica Elettronica presso il Conservatorio “B. Marcello” di Venezia. È membro del comitato scientifico della Fondazione Archivio Luigi Nono e socio corrispondente dell’Istituto Veneto di Scienze Lettere e Arti. Svolge inoltre attività didattica e di ricerca nel campo del Sound and Music Computing, studiando le potenzialità compositive ed esecutive offerte dai mezzi informatici e dai sistemi multimodali.

unnamed

Alessandro Cadario

Alessandro Cadario è Direttore ospite principale dell’Orchestra
I Pomeriggi Musicali di Milano, posizione che ricopre dal 2016.

Ha diretto nelle stagioni dei principali enti lirici e festival italiani ed internazionali, salendo sul podio di importanti orchestre tra cui l’Orchestra del Teatro Mariinsky, il Coro e l’Orchestra del Teatro Regio di Torino, l’Orchestra Filarmonica di Monte-Carlo, Orchestra Filarmonica della Fenice, l’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, l’Orchestra del Teatro Carlo Felice, l’Orchestra e Coro del Teatro Petruzzelli di Bari, l’Orchestra e Coro del Teatro Lirico di Cagliari, il Coro e l’Orchestra della Fondazione dell’Arena di Verona, l’Orchestra e Coro del Teatro Verdi di Trieste, l’Orchestra della Toscana, la Filarmonica Arturo Toscanini, l’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento e i Cameristi della Scala.

Ha compiuto gli studi di direzione d’orchestra con il massimo dei voti al Conservatorio G. Verdi di Milano, perfezionandosi con due diplomi di merito presso l’Accademia Musicale Chigiana di Siena. Ha inoltre conseguito il diploma di violino, la laurea in direzione di coro e in composizione.

Ha definitivamente attirato l’attenzione degli addetti ai lavori nel 2014, in occasione del suo debutto alla Società del Quartetto di Milano e, nel 2015, al Maggio Musicale Fiorentino con Pollicino di Henze e al Teatro Petruzzelli di Bari, di cui è stata particolarmente apprezzata l’interpretazione rossiniana (“Stabat Mater: con Cadario è un gran Rossini”, titola la Gazzetta del Mezzogiorno).

Sempre nel 2015 ha debuttato al Teatro alla Scala di Milano in occasione del Festival delle orchestre internazionali.

Nel 2016 è salito sul podio della City Chamber Orchestra di Hong Kong per la Grande Messa in do minore K.427 di Mozart, in occasione del suo debutto in Cina e lo stesso anno ha diretto alla Biennale Musica di Venezia due opere in prima assoluta e al Festival MITO SettembreMusica.

È stato scelto dalla Presidenza del Senato per dirigere il prestigioso concerto natalizio 2017 –  in diretta RAI 1 dall’Aula del Senato.

Nel 2018 ha  fatto il suo debutto nella stagione sinfonica del Teatro Mariinsky di San Pietroburgo e del Teatro Regio di Torino con i Quattro pezzi sacri di Verdi. Nella stagione corrente ha diretto con successo di pubblico e critica Norma al Croatian National Theatre di Rijeka e  La Cenerentola al Teatro Massimo di Palermo dove tornerà a dicembre per Lo Schiaccianoci. Ha inoltre inaugurato la stagione sinfonica della Fondazione Arena di Verona con la Missa Pro Defuntis di Cimarosa.

Ha collaborato con solisti come Katia e Marielle Labèque, Gautier Capuçon, Mario Brunello, Giovanni Sollima, Alessandro Carbonare, Francesca Dego e Roman Simovic.

Ha collaborato ad alcuni dei più prestigiosi progetti dedicati ai giovani musicisti tra cui El Sistema, fortemente voluto in Italia dal M° Claudio Abbado, e l’Orchestra Sinfonica Nazionale dei Conservatori italiani, promossa dal MIUR.

Oltre al repertorio classico, Alessandro Cadario rivolge la sua attenzione alla musica contemporanea che interpreta con particolare dedizione, vista la sua duplice natura di direttore e compositore. Le sue composizioni sono state presentate in prima assoluta al Lincoln Center di New York, al Teatro dell’Opera di Darmstadt e al National Concert Hall di Taipei. Ha diretto numerose prime esecuzioni assolute di autori come Ivan Fedele, Carlo Galante e Marco Tutino.

Tra i principali impegni del 2020 è atteso il debutto al Festival del Maggio Musicale con la prima assoluta di Jeanne Dark di Fabio Vacchi.

download

Marco Taralli

Marco Taralli, nasce a L’Aquila nel 1967.

Nel suo percorso musicale il Conservatorio de L’Aquila riveste un parte importante del periodo giovanile dove consegue il diploma in pianoforte con il massimo dei voti; in suo percorso formativo nell’ambito della composizione si sviluppa a fianco di Sergio Rendine mentre parallelamente approfondisce lo studio della direzione d’orchestra con Gianluigi Gelmetti in Italia e con Erwin Lukacs a Budapest all’Accademia Franz Liszt.

Compositore eclettico e versatile, dal 1992, anno che segna il suo debutto ufficiale quale compositore con il brano Fog eseguito dal gruppo Octandre di Bologna le sue esperienze e i suoi studi lo hanno portato a spaziare tra i più diversi generi e le più diverse forme musicali.

Conosciuto per una serie di fortunati e brillanti lavori sinfonici, opere e teatro musicale, è commissionato prodotto ed eseguito dalle più note Istituzioni musicali, orchestre ensemble e solisti nelle maggiori Stagioni e Festival in Italia e all’estero.

NEI PROSSIMI IMPEGNI:

– ALIENATI – Opera Smart Working – Collaborazione al progetto commissionato dal Teatro Coccia di Novara;

– Missa Santi Petronii – commissione dell’Associazione Messa in Musica di Bologna;

– Il Lupo e Pierino – Favola Musicale per voce recitante e quintetto di fiati – Commissione dell’Emilia Romagna Festival

– Concertino IV – per Violino e piccola orchestra – commissione dell’Associazione Musica Insieme Bologna

CRONOLOGIA DELLE ESECUZIONI:

1992

– Fog – gruppo Octandre di Bologna.

1994

– Stabat Mater – Teatro dell’Opera di Roma nell’ambito de “Concerto per la Bosnia Erzegovina”.

1996

– ciclo di melologhi “Poesia e Musica” in collaborazione con Rai-Radiotre.

1999

– Quintetto – Festival “Primaverona”.

2000

– Sole d’autunno per voce e nove strumenti – Festival “Primaverona

– Aurora melologo su un testo tratto dalle Metamorphosis di Ovidio ed eseguito dall’Ensemble Metamorphosis voce recitante Piera Degli Esposti (commissione Festival “Feste d’agosto per Ercole Curino” di Sulmona).

2000

– Onne omo ad alta voce cantata sacra per soli, coro e orchestra – Orchestra Itinerante del Molise, direttore Pietro Borgonovo (commissione Festival Itinerante del Molise).

2001

– Draghi Principi e Bambini e Il Pettine d’avorio melologhi su fiabe di Angela Amico, voce recitante Daniela Scarlatti;. i melologhi vengono eseguiti nelle rassegne “L’altro nuovo” di Arezzo e “la musica racconta” di Sulmona e presso il Teatro Puccini di Merano in collaborazione con l’Ensemble Metamorphosis.

2002

– Aties per orchestra sinfonica – Orchestra Sinfonica di San Remo, direttore Christopher Franklin (commissione Orchestra Sinfonica di San Remo).

2003

– Ballata per corde e crini – Orchestra da Camera dalla Moldavia, direttore Federico Longo (commissione Orchestra da Camera dalla Moldavia).

– L’ultima Baccante, per voce e orchestra da camera, soprano Sara Allegretta, direttore Marco Fracassi – Festival Monteverdi di Cremona (commissione Festival Monteverdi di Cremona).

2004

– La Gitana, elaborazione per piccola orchestra del Balletto di D.F.E. Auber – Teatro dell’Opera di Roma – direttore Francesco Sodini (commissione del Teatro dell’Opera di Roma).

– Suite Sinfonica dall’Opera di Ottorino Respighi Maria Victoire, Teatro dell’Opera di Roma, direttoreGianluigi Gelmetti (commissione Casa Editrice Ricordi).

2004

– Rosa Nigra, per coro e orchestra d’archi – Orchestra Sächsische Kammer Philarmonie – Sala Sinopoli dell’Auditorium del Parco della Musica di Roma, direttore Federico Longo.

– Concertino per Sassofono e orchestra – Solisti Aquilani, sassofonista Federico Mondelici, direttore Vittorio Parisi (commissione Solisti Aquilani).

2005

– Lilio Albo, per coro e orchestra d’archi – Sächsische Kammer Philarmonie  Auditorium del Parco della Musica di Roma in Sala Petrassi, direttore Federico Longo.

– Finale, per orchestra d’archiFestival Internazionale di Kitzingen (Germania) – direttore Federico Longo (commissione Festival Internazionale di Kitzingen).

– Chanson, brano per orchestra d’archi, eseguito a Kevelaer – Germania  (commissione Camerata Eltzhof).

– Elvismania-  Sydney Symphony Orchestra in occasione della seconda edizione di “Shock of the news” trasmesso in diretta dalla radio Nazionale australiana, Opera House di Sydney, direttore Gianluigi Gelmetti (commissione Sydney Symphony Orchestra).

– Niobe, per contralto, ottavino, coro di voci bianche ed orchestra – Orchestra russa Rostov State Musical Theatre, Auditorium di Roma – Parco della Musica Sala Sinopoli – contralto Annarita Gemmabella, direttore Maurizio Dones (commissione Operation Smile Italia in occasione della 3° edizione del Concerto Istituzionale)

2006

– Passacaglia, Orchestra dell’Università degli Studi di Milano, direttore Helmut Imig (commissione Orchestra dell’Università degli Studi di Milano) – replicato a Piacenza il 24 gennaio.

– Perché tu mi hai sorriso, melologhi per voce recitante e pianoforte in collaborazione con la scrittrice Paola Calvetti, Teatro Piccolo di Milano replicati poi a Cremona, Recanati, Roma e Bologna, pianista Giuseppe Andaloro, attrice Marina Senesi.

– Primula Argentea per pianoforte, coro e orchestra – Sächsische Kammer Philarmonie, pianista Ana Marjia Markovina, direttore Federico Longo (commissione Sächsische Kammer Philarmonie).

– Trascrizione per Orchestra de La Regata Veneziana di G. Rossini – Festival Sinfonietta – Brucknerhaus di Linz (Austria), mezzosoprano Daniela Barcellona, direttore Alessandro Vitello (replicata a Trieste nel dicembre dello stesso anno).

– Crystal Christmas – Orchestra russa Rostov State Musical Theatre, Milano e Pavia, direttore Maurizio Dones (commissione Associazione H. Svarosky)

2007

– Le tre donne tre liriche per pianoforte e voce, Teatro Liceu di Barcellona, mezzosoprano Daniela Barcellona, pianista Alessandro Vitiello

– Elegia II per orchestra – Orchestra Sinfonica città di Grosseto, direttore Nikolay Sebastianov Lalov (commissione Orchestra Sinfonica di Grosseto).

– Il Vascello incantato favola musicale per voce bianca, mezzosopranobaritono, coro di coro di voci bianche e orchestra, orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova baritono Bruno Praticò, mezzosoprano Francesca Franci, direttore Michele Mariotti (commissione Teatro Carlo Felice di Genova), replicato nel 2013 Fondazione Teatro Comunale di Bologna.

– La maschera di Pùnkittititi opera in tre atti – Teatro dell’Opera di Roma – libretto di Quirino Conti e Marco Ravasini, regia, scene e costumi di Quirino Conti, direttore Vittorio Parisi, tra gli interpreti principali, Donata D’Annunzio Lombardi, Paolo Coni, Danilo Formaggia (commissione Teatro dell’Opera di Roma).

2008

Concertino II per oboe e piccola orchestra – Sydney Symphony Orchestra, Opera House di Sidney, oboista Luca Vignali, direttore Gianluigi Gelmetti (commissione Sydney Symphony Orchestra).

– Ouverture??? per orchestra – Orchestra Sinfonica città di Grosseto, direttore Federico Longo (commissione Orchestra Sinfonica città di Grosseto).

2009

– Omaggio a Mendelsshon, per Orchestra Sinfonica – Orchestra Kammerphilharmonie Berlin-Brandenburg, direttore Federico Longo (commissione della Città di Lipstadt – Germania)

2011

– Elaborazione orchestrale della Cantata per Voce e pianoforte “Giovanna d’arco” di G. Rossini – Rossini Festival di Wilbad (Germania), mezzosoprano Marianna Pizzolato, direttore Antonello Fogliani (commissione Rossini Festival di Wilbad).

– Piccolo Stabat Mater per Soli, coro, 2 Pianoforti, Festival Pergolesi Spontini di Jesi (commissione Festival Pergolesi Spontini di Jesi) replicato nel 2014 Fondazione Teatro San Carlo di Napoli.

2012

– NǓR, opera lirica in atto, XXXVIII Festival della Valle d’Itria, regia di Roberto Recchia, scene e costumi di Benito Leonori, direttore Jordie Bernacer, tra gli interpreti principali Tiziana Fabbricini, Paolo Coni, Davide Sotgiu (prima commissione assoluta del Festival della Valle d’Itria).

– …da sonar con ogni sorta… per orchestra – Orchestra Filarmonica di Monte Carlo, direttore Paolo J. Carbone (commissione Orchestra Filarmonica di Monte Carlo).

– Il Sabato del Villaggio revisione critica della partitura della Cantata per Soli Coro e Orchestra di Ferruccio Busoni – orchestra del Teatro Verdi di Trieste, direttore Donato Renzetti (commissione Teatro Verdi di Trieste).

2013

Meditazione sulla Medea di Georg Benda, per coro e orchestra, direttore Diego Dini Ciacci (commissione Fondazione Teatro Verdi di Trieste).

2015

Colonna sonora del film di Erich von Stroheim FoolishWives, Salle Garnier Monte Carlo,direttorePhilippe Beran (commissione Orchestra Filarmonica di Monte Carlo), replicato a Trieste nel luglio 2015 nel contesto del Festival Maremetraggio dall’Orchestra del Teatro Verdi di Trieste e nel gennaio del 2016 a Bologna dall’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna.

– Vedesti allora Amore farsi scherno per coro misto su testo di Fabio Ceresa – Budapest, (commissione Coro da Camera Lajos Vass).

– Tre Piccoli Quadri –neodecadenti per orchestra, Teatro Bonci di Cesena (commissione Teatro Bonci di Cesena).

2016

La Rivale– Opera in un atto di Alberto Mattioli – Commissione della Fondazione Teatro Coccia di Novara – Prima Assoluta dicembre 2016.

Viola Aurata per Coro e grande orchestra – Versi di Fabio Ceresa Commissione Fondazione Teatro Verdi di Trieste).

2017

Elaborazione e orchestrazione della Cantata per voce e basso continuo “Per la Recuperata Salute di Ofelia” (W.A.Mozart – A.Salieri – Cornetti) Commissione Festival Pergolesi Spontini di Jesi – replicato nell’aprile 2017 presso il Teatro Ristori di Verona e il Teatro Salieri di Legnago

Ofelia allo Specchio – Per voce femminile e piccola orchestra – Commissione Festival Pergolesi Spontini di Jesi – replicato nell’aprile 2017 presso il Teatro Ristori di Verona e il Teatro Salieri di Legnago

Psalmus pro Humana Regeneratione – Cantata Sacra per Soli, Coro e grande orchestra – Commissione Fondazione Teatro Verdi di Trieste).

2018

Concertino III – Per Fagotto e piccola orchestra (registrazione discografica) – Orchestra dei Pomeriggi musicali di Milano – fagotto Paolo Carlini – Direttore Alessandro Cadario

Concerto per Violino e Orchestra – Montecarlo Auditorium Ranieri III – Orchestra Filarmonica di Monte Carlo, violino David Lefevre – direttorePhilippe Beran (commissione Orchestra Filarmonica di Monte Carlo)

Il Castello Incantato – Fiaba musicale in un atto di Fabio Ceresa – Modena Teatro Pavarotti, replicato a Trieste nel febbraio 2019 – Commissione della Fondazione Teatro Verdi di Trieste in Coproduzione con il Teatro Pavarotti di Modena.

De Rossi Re Ritratto 2008

Fabrizio De Rossi Re

FABRIZIO DE ROSSI RE compositore, nato a Roma il 1 agosto 1960.

Ha studiato al Conservatorio di S. Cecilia di Roma diplomandosi in Composizione con Mauro Bortolotti e in Strumentazione per banda con Raffaello Tega. Importanti per la sua formazione gli incontri con il pianista jazz Umberto Cesari, con Sylvano Bussotti (Scuola di Fiesole), con Salvatore Sciarrino (Corsi di Perfezionamento di Città di Castello) e successivamente con Luciano Berio, che gli ha commissionato diverse composizioni.

La sua produzione comprende numerose opere di teatro musicale, tra cui Biancaneve ovvero il perfido candore del 1993, su libretto proprio; Cesare Lombroso o il corpo come principio morale del 2001, su libretto di Adriano Vianello; Musica senza cuore, azione musicale grottesca liberamente tratta dal libro Cuore su libretto di Francesca Angeli (con Paola Cortellesi, rappresentata a Roma nel 2003); King Kong, amore mio, opera grottesca e sentimentale, 2011; lavori sinfonico-corali (come la recente Rappresentatione per strumenti antichi, coro e orchestra commissionata dall’Accademia Nazionale di Santa Cecilia) e cameristici (Ricercare per clavicembalo e archi, scritto per il quartetto d’archi dei Berliner Philharmoniker).

La pratica e la conoscenza di diversi generi musicali, dalla tradizione colta al jazz, hanno condizionato in maniera determinante gli sviluppi della sua ricerca musicale, orientata verso una ricognizione delle possibilità espressive e comunicative implicite nelle esperienze musicali più eterogenee. La capacità di assimilare diverse tecniche musicali, e di valutare attentamente le potenzialità implicite nelle più svariate esperienze maturate dalle avanguardie novecentesche, si risolve nella definizione di un linguaggio autonomo e personale in grado di coniugare efficacemente le esigenze della sperimentazione con quelle della comunicazione.

Tra i numerosi lavori sinfonici e corali si segnala: Terra trémuit per tenore, coro e orchestra (commissionata per la Sagra musicale umbra in occasione del Giubileo del 2000); il progetto Paludes (per l’Accademia Filarmonica Romana, in collaborazione con il Teatro dell’Opera di Roma, 1999); An Imaginary portrait per orchestra di strumenti antichi (commissionata dall’Accademia nazionale di Santa Cecilia, stagione 200001); Slow Dance, danzetta lenta e molle delle piccole fate (omaggio a Giuseppe Verdi, per fisarmonica e orchestra, commissionata dal concorso del “2 agosto” e dall’Orchestra Toscanini di Parma, 2001); Aria di strepito per sax e orchestra (Teatro Rossini di Pesaro, commissione del X World Saxofone Congress, 1992); Concerto per arpa e orchestra,  (commissione Orchestra Regionale del Lazio, 1998); Valse per orchestra (commissione Orchestra Sinfonica Rai di Torino, 2006); tra le musiche scritte per la danza, L’ombra dentro la pietra (gruppo Entr’acte – produzione di Roma Europa Festival 1996 e del Teatro Hebbel di Berlino 1997).

Tra le altre composizioni si ricordano le opere di teatro musicale Cantopinocchio, su libretto di Adriano Vianello, con Simona Marchini (rappresentata in prima nazionale a Città di Castello nel 1997) e Mysterium Cosmographicum, su libretto di Francesca Angeli (ispirato alla vita e alle opere di Keplero, Fermo 2004); le opere radiofoniche Terranera (radiofilm su testo di Valerio Magrelli prodotto dalla RAI per la regia di Giorgio Pressburger nel 1994) e Orti di guerra (striscia quotidiana di musica e poesia su testi di Edoardo Albinati, prodotta da RAI RadioTre nel 1995). Inoltre Tre per una (per non dire l’Ernani) su testo di Vittorio Sermonti; Alatiel (melologo erotico-sentimentale ispirato al Decamerone di G. Boccaccio, commissione Centro Pietà dei Turchini di Napoli, 2008); Songs and memories – L’Occhio della memoria: Caruso, Cielo, terra, sole e mare con luna crescente (commissione ISME International Society for Music Education, 2008); Animali e bestie con Anna Proclemer e Antonio Sardi de Letto (2010); Andante mosso, azione musicale con Simona Marchini (Auditorium di Roma, 2011); Terror vocis, prodotto dalla Fondazione Musica per Roma (Auditorium di Roma, 2009); Canti di cielo e terra (Londra 2009, Roma 2010, Helsinki 2011, Parigi 2012); The Bridge, melologo su testo di Ambrose Bierce per attore-cantante e quartetto d’archi (Torino 2011); La seduzione, omaggio a Giuseppe Verdi (Busseto, Teatro Verdi e versione Tour USA Boston, Washington, Philadelphia, Chicago 2013); De Senectute. L’ Homo Sapiens e la notte di Natale 1960 (commissione Musica per Roma, Auditorium di Roma 2014); Canto tra cielo e terra per Giancarlo Menotti (commissione del Festival dei Due Mondi di Spoleto, 2014); Rondò di notte (commissione del Teatro La Fenice di Venezia, 2014) Liquid Life ( commissione Duo Alterno,2015) White Shadows (commissione Pif 2016) Mercurio e l’allegria (commissione Corciano Festival 2016) Four Witches in San Diego (commissione 44* NFA Convection in San Diego USA, 2016) Interludio pirandelliano (commissione Accademia Filarmonica Romana, 2017) Ricercare Quinto (Commissione per Les Enctractes Orchestra Losanna, CH 2018)

Insegna Elementi di Composizione per Didattica della Musica presso il Conservatorio G. B. Pergolesi di Fermo. È stato docente di Didattica dell’improvvisazione e della composizione presso la Scuola di Specializzazione SSIS Università del Lazio (Indirizzo Musica e Spettacolo – Università di Roma Tre).  Presidente e membro di Giuria nei Concorsi nazionali e internazionali di Composizione e di strumento, tra i quali Concorso F. Evangelisti di Roma 2016, Concorso 2 agosto di Bologna 2015, Concorso Cilea di Palmi 2010,2011,2013,2014,2017,2018. Concorso Jacopone da Todi 2014-2016-2017-2019, Concorso di Composizione di Firenze per le Culture di Pace 2014, Concorso Internazionale “Città di Castelfidardo” 2011, 2016 Concorso di Composizione originale per banda 2013, Concorso Sound of Silences Edison 2016. Premio Musica e Shoah 2017 Concorso Internazionale di Composizione della città di Spoleto 2017-2018-2019.

Ha tenuto vari corsi e stages di perfezionamento in composizione musicale applicata alla didattica di base, allo spettacolo e alla multimedialità (Corsi Internazionali di Musica Antica di Urbino, Scuola di Perfezionamento di Assisi, Gruppo d’Arte Sceniche Ars Nova di Livorno, Laboratorio MirabilEco Lago di Piediluco, Le Altre Note Valtellina).

http://en.wikipedia.org/wiki/Fabrizio_De_Rossi_Re

http://it.wikipedia.org/wiki/Fabrizio_De_Rossi_Re

https://es.wikipedia.org/wiki/Fabrizio_De_Rossi_Re

catalogo:

http://www.villacomposers.org/composers/derossire-fabrizio-1960-roma.php

× Contattaci