Reverie_coro di sogni_

Reverie

Reverie (Vinci, 1994) vive a Milano dedicando ad Arte ogni momento, azione, e ogni rosa della sua vita. Il suo nome anagrafico, e non solo d’arte, è una dedica alla “Poetica della rêverie” di Bachelard (nomen omen). Lavora sulle contaminazioni, interferenze di sguardi e reazioni, a partire dalla solitudine più profonda. Elabora il pensiero per mezzo di performance che rappresentino la collettività, la contemporaneità e il sentire tra reale e virtuale sfruttando qualsiasi strumento, sempre di sua costruzione. Il suo lavoro si sviluppa per cicli che porta avanti per un tempo definito, utilizzando i più diversi elementi e materiali, per legare le sue performance a una serie di opere, compresi video, audio e foto, e libri d’artista. Da due anni si sta dedicando a un ciclo che indaga il tema del sogno attraverso un personale alfabeto e alla produzione di nuove opere in ceramica, vetro, bronzo e seta. Attraverso l’antropologia, la letteratura, la filosofia, la psicanalisi e le scienze, ha fatto dello studio sul sogno, anche “a occhi aperti”, una personale ricerca tesa a sviluppare un linguaggio artistico per indagare la realtà, passando attraverso gli archetipi, in quanto memorie e “sogni collettivi”. Recenti performance: Sogno 2: The Sleeping Muse, settembre 2020, Milano, Palazzina Liberty Dario Fo e Franca Rame, in collaborazione con Fondazione Mudima e a cura di Raffaella Perna; Sogno 1: Archetipo del sé, novembre 2020, Roma, Fondazione VOLUME!; Futura Poesia, novembre 2018, Londra, Estorick Collection of Modern Italian Art. librosogni edito da Skira con l’introduzione di Raffaella Perna è il suo ultimo libro d’artista presentato nel gennaio 2020 alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma.

REFERENCE
Miglior Artista Giovane del 2019 (ARTribune 27 Dicembre 2020)

INTERVISTE
Tra vita e scrittura
 (ARTribune 27 Dicembre 2020)

SOCIAL
FB Reverie in Arte
Instagram@reverie_erv
Youtube Reverie in Arte

× Contattaci