Marcello Panni


Adriano Guarnieri


Salvatore Sciarrino


Faye Nepon – voce


Nicola Sani


LUDGER BRÜMMER


Marco Angius


Laura Catrani


Stefano Poda


Alda Caiello


Gianandrea Noseda


Andrea Portera


Alvise Vidolin


Alessandro Cadario


Enrico Girardi


Alessandro Solbiati


Cesare Scarton


DIEGO SANCHEZ HAASE


Bizhan Bassiri


Alessandro Magini


Vittorio Montalti


George Georgescu


Michael Boder


Charles Wetherbee


Gabriele Pieranunzi


Daniele Parziani


Azio Corghi


Michele Dall’Ongaro


I Pomeriggi Musicali


Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino


Virgilio Sieni


Danilo Rossi


llya Gringolts


Diemut Poppen


Marco Rizzi


Manuel Fischer-Dieskau


Flavio Cucchi


Scuola di Musica di Fiesole


Anita Azzi – Official Page


Silvia Turchetti


Vincenzo Gualtieri

Mario Brunello

Mario Brunello

Nasce a Castelfranco Veneto (Treviso). Ha studiato al Conservatorio di Venezia con Adriano Vendramelli e Antonio Janigro. Nel 1986 ha vinto il primo premio al Concorso internazionale Čajkovskij di Mosca nella categoria dedicata al violoncello.

Si è esibito nelle maggiori sale da concerto del mondo, diretto da nomi di grande prestigio quali Claudio AbbadoMyung-Whun ChungValery GergievCarlo Maria GiuliniEliahu InbalMarek JanowskiRiccardo MutiZubin Mehta e Seiji Ozawa.

È molto attivo in formazioni cameristiche ed ha collaborato con solisti come i pianisti Massimo Somenzi e Andrea Lucchesini, i violinisti Gidon KremerSalvatore Accardo e Frank Peter Zimmermann. Ha partecipato a festival jazz con Vinicio Capossela (con il quale collabora tuttora), Uri Caine e Gian Maria Testa e ha realizzato spettacoli teatrali con Maddalena Crippa e Marco Paolini e un progetto visionario dedicato a Bach (Pensavo fosse Bach, prodotto da Musicamorfosi).

È il fondatore e direttore dell’Orchestra d’archi italiana. È docente presso i corsi estivi di perfezionamento dell’Accademia Chigiana di Siena ed è Accademico di Santa Cecilia.

Ha un repertorio molto vasto, che spazia dalla musica barocca e Bach (di cui ha inciso tra 1993 e 1994 le sei Sei suites per violoncello solo BWV 1007 – 1012 nell’Auditorium del Conservatorio di Torino)[1] alla musica contemporanea e ad incursioni nel jazz. Suona un violoncello Maggini del Seicento, appartenuto a Benedetto Mazzacurati e successivamente a Franco Rossi, violoncellista del Quartetto Italiano.

Dal 2008 è il direttore artistico del Concorso Internazionale per Quartetto d’Archi “Premio Paolo Borciani” di Reggio Emilia.

A Castelfranco Veneto, sua città natale, tiene concerti, corsi e masterclass al Capannone Antiruggine, un’antica fabbrica dove si lavorava il ferro, riadibita a sala da concerto[2]: sul progetto le registe Patricia Barbetti e Roberta Pedrini hanno realizzato il documentario “In alto con la musica” per la Radiotelevisione Svizzera.

Ha preso parte, fin dalla prima edizione, alla manifestazione I Suoni delle Dolomiti, che ogni anno porta in quota la musica colta e classica.


Odissea Bach, musiche di Johann Sebastian Bach

L’Offerta Musicale di Johan Sebastian Bach


Got Something To Say!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

TORNA SU