Fabrizio Ottaviucci

Fabrizio Ottaviucci, classe 1959,  si è brillantemente diplomato  in Pianoforte nel 1978 presso il l Conservatorio di Pesaro sotto la guida di Paola Mariotti, dove  ha studiato Composizione  con Fausto Razzi e Musica Elettronica con Walter Branchi.

Ha tenuto centinaia di concerti  nelle maggiori città italiane e tedesche, e tournèe  in Spagna, Inghilterra, Polonia, Austria, Svizzera,  Usa, Canada, Messico, India, Corea del Sud, Iran.

Di particolare rilievo è la sua attività rivolta ai repertori dal secondo novecento ad oggi. In questa linea ha collaborato intensamente con i più  grandi interpreti contemporanei,  come Markus Stockhausen, Stefano Scodanibbio, Mike Svoboda, Rohan De Saram, Francesco Dillon, Antonio Caggiano, Gianni Trovalusci, Daniele Roccato, Mario Caroli, Manuel  Zurria.    E’ stato piu volte invitato ai festival  nazionali  di maggior prestigio nella nuova musica, come  Romaeuropafestival, Biennale Venezia,  Milano Musica, Traiettorie Parma, Angelica Bologna, Tempo Reale Firenze, Rassegna Nuova Musica Macerata, Festival Pontino Latina, Dissonanzen Napoli, e  a prestigiosi festival  internazionali come  Imago Dei Vienna, Musica de Hoy  Madrid, Ruhetriennal  Koln  , Cervantino Messico.

Ha realizzato produzioni discografiche con la Wergo ( J.Cage, S. Gubaidulina, G. Ustvolskaya)  e la Stradivarius ( T. Riley, G. Scelsi).

Ha eseguito prime assolute di Giacinto Scelsi, Terry Riley, Stefano Scodanibbio, Ivan Vandor, Gilberto Cappelli, Fabrizio De Rossi Re, Osvaldo Coluccino.

Accanto alla sua attività di interprete  ha portato avanti  una intensa attività di improvvisatore,  oltre che con gli  stessi  interpreti di repertorio, anche con personalità artistiche provenienti da differenti generi  musicali, come Simon Stockhausen, Robyn Schulkowsky, Trilok Gurtu, Gary Peacock.  In questa direzione ha prodotto  album per  l’ECM ( primo artista italiano della collana), CMP Koln,  Amiata R, Splash R. Egea.

Dal 2011 al 2014 ha collaborato intensamente  con la compagnia teatrale Societas Raffaello Sanzio di Cesena.  Dal 2017 realizza le performance sonore dell’artista poeta Jim Dine.

Nel 2015 ha fondato ALMA, Arte Laboratorio Musica Aleatoria, con Antonio Caggiano e Gianni Trovalusci.

Dal 2010 è direttore artistico del Festival di Musica Contemporanea Italiana di Forli.

E’ stato spesso invitato a trasmissioni radiofoniche nazionali ( Rai Radio 3) e internazionali.