Anemos – Andrea Benedetto

Descrizione

Il vento mi ha insegnato che i confini esistono solo perché siamo noi a costruirli; ma quando chiudiamo gli occhi, il rovente sussurro dello Scirocco ci parla in tutte le lingue del Mediterraneo, narrando un infinito racconto astratto che ci suggestiona e ci trasporta in una dimensione altra, dove tutto ciò che è distinto e peculiare si compone in un grande unicum.

Volevo che la mia musica fosse come il vento, denso e invisibile. Un respiro, fatto di tanti idiomi, che racconta una storia diversa a ciascuno. Anemos è iniziato così. Desiderando ardentemente.

Andrea Benedetto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *